Iper e Super Ammortamento

 

Il Piano Industria 4.0, con L. 11 dicembre 2016 n.232, art.1 commi 8-13, ha prorogato la disciplina del cd. super ammortamento, esteso anche ai beni immateriali, ed introdotto il cd. iper ammortamento, così da supportare e incentivare le imprese che investono in beni strumentali nuovi, in beni materiali e immateriali (software e sistemi IT) funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi:
• http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/incentivi/impresa/iper-e-super-ammortamento

 

L’Agenzia delle Entrate precisa che si può beneficiare del cd. super ammortamento per i beni immateriali (SW nel nostro caso) purchè si sia già beneficiato del cd. iper ammortamento. In una FAQ precisa poi: Affinché un bene, coerentemente con quanto stabilito dall’articolo 1, comma 11, della legge di bilancio 2017, possa essere definito “interconnesso” ai fini dell'ottenimento del beneficio dell’iper ammortamento del 150%, è necessario e sufficiente che:

• scambi informazioni con sistemi interni (es.: sistema gestionale, sistemi di pianificazione, sistemi di progettazione e sviluppo del prodotto, monitoraggio, anche in remoto, e controllo, altre macchine dello stabilimento, ecc.) e/o esterni (es.: clienti, fornitori, partner nella progettazione e sviluppo collaborativo, altri siti di produzione, supply chain, ecc.) per mezzo di un collegamento basato su specifiche documentate, disponibili pubblicamente e internazionalmente riconosciute (esempi: TCP-IP, HTTP, MQTT, ecc.);

• sia identificato univocamente, al fine di riconoscere l’origine delle informazioni, mediante l’utilizzo di standard di indirizzamento internazionalmente riconosciuti (es.: indirizzo IP).

Tale precisazione di fatto pone in relazione i sistemi di un operatore con sistemi esterni nelle modalità e per le finalità indicate.

 

Il SINFI costituisce un elemento non solo di innovazione di processi in sé, ma anche uno strumento in grado di stimolare l’innovazione stessa, con tutto ciò che attiene alla competitività del sistema Paese in tema di TLC.

 

Crediamo dunque che gli adempimenti derivanti dal conferimento iniziale dei dati nel SINFI, ed i successivi aggiornamenti richiesti, possano essere ricompresi nel super ammortamento. Le imprese, secondo quanto riportato dall’articolo 1, comma 10, della legge di bilancio 2017 possono accedere alla maggiorazione del 40% (super ammortamento) del costo di acquisizione dei beni immateriali elencati nell’allegato B della legge stessa se sono tra i “soggetti” che beneficiano della maggiorazione del 150% (iper ammortamento). La norma, pertanto, mette in relazione il bene immateriale con il “soggetto” che fruisce dell’iper ammortamento e non con uno specifico bene materiale (“oggetto” agevolato).

 

Tale relazione è confermata anche dal contenuto della relazione di accompagnamento alla legge di bilancio.

  

Come si accede:

 Iper e Super ammortamento

  

Si accede in maniera automatica in fase di redazione di bilancio e tramite autocertificazione

 • Il diritto al beneficio fiscale matura quando l’ordine e il pagamento di almeno il 20% di anticipo sono effettuati entro il 31 dicembre 2017 e la   consegna del bene avviene entro il 30 settembre 2018.

 • Per gli investimenti in iper-ammortamento superiori a 500.000 € per singolo bene è necessaria una perizia tecnica giurata da parte di un perito o ingegnere iscritti nei rispettivi albi professionali attestante che il bene possiede caratteristiche tecniche tali da includerlo negli elenchi di cui all’allegato A o all’allegato B della legge di Bilancio 2017.