Il processo di validazione

La verifica della piena conformità dei dati ai dettati del modello SINFI è un'operazione che, a fronte di vari passaggi operativi, deve permettere di poter caricare sulla piattaforma SINFI dati omogenei provenienti da tutti gli operatori ed enti del territorio italiano.

Ogni dato inviato verrà sottoposto al processo di validazione per la verifica di conformità con il modello dati previsto nelle "Specifiche di contenuto di riferimento per i DataBase delle Reti di sottoservizi e per il SINFI", e al modello fisico ad esso riferito.

Lo strumento deputato al processo di validazione è il GeoUML Validator [1] , che a partire da un dataset è in grado di controllare la conformità geometrica, topologica e di database rispetto ad una specifica di riferimento (SCS), riportando gli esiti in un report (file PDF).

Nel report, che viene sempre inviato all'operatore, gli errori sono raccolti per tipologia secondo il seguente ordine:

  1. Strutture assenti
  2. Assenza e compatibilità degli attributi
  3. Violazione dei controlli metrici
  4. Violazioni di cardinalità e univocità
  5. Violazioni dei vincoli di chiave esterna
  6. Violazioni dei vincoli GeoUML


Il gruppo di validazione fornirà comunque all'operatore un supporto specifico alla lettura del report degli errori riscontrati nel proprio dataset, mettendo in evidenza le criticità più urgenti da correggere rispetto a violazioni che possono rientrare nelle cosiddette eccezioni. Ad ulteriore approfondimento dell'operatore verrà fornito anche il manuale di lettura al Report Sintetico

Per maggiore supporto il processo di validazione è oggi eseguito dal reparto tecnico predisposto da Infratel. E' lasciato l'arbitrio all'operatore, di far effettuare la validazione ad Infratel o in autonomia. Trascorso questo periodo di supporto iniziale, sarà compito del gestore a procedere autonomamente alla validazione dei dati. In tal senso per gli operatori che conferiranno il primo invio di dati in tempi non imminenti, si suggerisce di prendere confidenza con questo processo, in particolare con lo strumento del GeoUML, già predisposto e funzionante attraverso il validatore portatile (GeoUML_Portatile) N.B.: Al fine di rendere più usufruibile e accessibile il validatore è possibile avviare i sofwtare (Validator, Report Filler e Open Jump, sw per produrre gli shape di errore tramite il plug-in Validator Report), tramite i file .bat presenti nella cartella "GeoUML_Portatile". Per agevolare l'utilizzo del validatore portatile si riporta il link al Video esplicativo sull'utilizzo del Validatore GeoUML

La validazione dell'operatore diverrà, come previsto dal decreto, obbligatoria.

Per approfondire nello specifico il flusso operativo di validazione di un campione rappresentativo e il conferimento dei dati finali rimandiamo alla lettura del documento Manuale per la consegna dei dati.

[1] CISIS e PoliMI